CHI SIAMO

L’ISOLA CHE NON C’È è un’associazione di promozione sociale, con interessi preminentemente culturali, nata a Saronno nel 1998.

Anno dopo anno, la sua area di intervento si è progressivamente ampliata, con un calendario che copre pressoché tutto l’anno, con iniziative regolari, a frequenza settimanale.

Il ventaglio delle tematiche di cui ci occupiamo si è via via esteso, passando dall’attualità alla storia, dalla filosofia alle arti, dal cinema alla musica, dalla letteratura alla fotografia, dalla psicologia al benessere.

La nostra associazione vuole essere uno spazio dove le persone si possano ritrovare per confrontarsi, per discutere sui comuni interessi, per fare esperienze e arricchirsi culturalmente e umanamente, per incontrare la bellezza e la ricchezza spirituale che l’umanità ha prodotto e continua a produrre.

Per questo non organizziamo solo dibattiti o proiezioni, ma diamo importanza anche a momenti di socialità e condivisione, come le numerose escursioni artistico-naturalistiche alla scoperta del nostro territorio; o le gite a più largo raggio, spesso legate a temi della storia e della memoria, o ancora i momenti conviviali e ludici (concerti, spettacoli, aperitivi e buffet nel corso di alcuni incontri).

L’Isola che non c’è collabora da sempre volentieri con numerose realtà associative presenti in città e nella zona, nella convinzione che sia importante e necessario favorire l’incontro e le sinergie tra capacità ed esperienze diverse.

Ricordiamo alcune delle iniziative più rilevanti realizzate in questi anni: abbiamo avuto come ospiti, tra gli altri, Don Andrea Gallo, il giudice Gherardo Colombo, Nando Della Chiesa, Don Virginio Colmegna, il politologo Marco Revelli, Don Franco Barbero, lo storico Gianni Oliva, lo scrittore Vincenzo Consolo, don Gino Rigoldi, il fotoreporter Uliano Lucas, il filosofo Carlo Sini, il regista Davide Ferrario, il critico cinematografico  Paolo Mereghetti, il musicista Patrizio Fariselli degli Area, il critico musicale Enzo Gentile,  i  jazzisti Paolo Alderighi e Alfredo Ferrario, il sociologo Roberto Biorcio, il poeta Giancarlo Majorino, i giuristi Antonio Padoa Schioppa e Valerio Onida, lo storico Mimmo Franzinelli, lo scrittore Nico Naldini, il critico dell’arte Philippe Daverio.

Per essere informati sulla nostra attività, oltre a consultare il sito www.isolasaronno.it  invitiamo a iscriversi alla newsletter isola.saronno@gmail.com

I nostri annunci sono anche reperibili su volantino distribuito, mese per mese, in diversi luoghi pubblici o aperti al pubblico, di Saronno.

Per poter lavorare sempre meglio e ampliare la nostra attività, abbiamo naturalmente bisogno del contributo di tutti coloro che ci seguono con interesse e simpatia: prima di tutto dell’apporto delle capacità, delle competenze e delle idee di chiunque voglia collaborare con noi, oltre che del sostegno economico attraverso la sottoscrizione della tessera, che rappresenta la nostra unica fonte di finanziamento.

In questi anni siamo stati confortati dal crescente apprezzamento per il nostro lavoro e di conseguenza è significativamente aumentato anche il numero dei nostri iscritti, che di fatto sono dei veri e propri sostenitori, dato che non è richiesta l’adesione per partecipare alle nostre iniziative, sia che si svolgano all’interno della sede o, come spesso accade, in luoghi pubblici. Questa assoluta libertà di accesso ai nostri incontri rappresenta per noi un punto di principio: non vogliamo infatti caratterizzarci come un club ma come un luogo aperto di incontro e di confronto, senza alcuna distinzione o pregiudizio ideologico.